Journées d’études “Little Islands, Diasporas and Maritime practices (18th-20th centuries)”, Carloforte, 26-27 mai 2023

Coordinamento scientifico e organizzativo Giampaolo Salice | Università di Cagliari

Negli ultimi anni lo studio delle isole ha conosciuto interessanti sviluppi che sfidano i pregiudizi e i luoghi comuni che da secoli presentano questi spazi come aree “periferiche”, collocate ai margini della civiltà, dello spazio e del tempo, e dunque ai bordi o anche all’esterno della Storia.

Tuttavia, proprio il prevalere dell’immagine stereotipata delle isole ha spinto i diversi poteri che tra età moderna e contemporanea hanno cercato di governarle a farne spazi di sperimentazione di nuovi prototipi di città ideale e di società.

Per questo le isole sono state al centro di ripetuti tentativi di popolamento, di impianto di colture nuove o esotiche, del varo di forme nuove di gestione logistica delle produzioni, dei capitali umani, delle risorse fondiarie, metallurgiche e marittime.

Sono state simili tendenze ad avere trasformato le isole in osservatori privilegiati per l’analisi dei processi generali di definizione degli spazi geopolitici, culturali e sociali delle civiltà moderne.

La giornata di studi Isole diaspore e insediamenti offre un quadro aggiornato e multidisciplinare su alcuni filoni di indagine che affrontano queste questioni, con attenzione specifica all’età moderna e contemporanea, in relazione ai processi di popolamento, rappresentazione, risignificazione e gestione delle risorse insulari, sia nel tempo passato che in quello presente.

Programma

26 maggio – ore 17h00

Giampaolo Salice, Università degli Studi di Cagliari, La fabbrica di un arcipelago tabarchino nel Mediterraneo del Settecento

Hugo Vermeren, TELEMMe (Aix-Marseille Université) / IC-Migrations. Da Carloforte a Bona : pescatori, galanzieri e minatori verso l’Algeria nel Ottocento

Modera e commenta Mathieu Grenet, INU Champollion (Albi) / IUF / SCAS (Uppsala)

27 maggio – ore 10h00

Migrazioni, popolamento e isole. Conversazione tra Valentina Favarò, Mathieu Grenet, Giampaolo Salice.

La conversazione, aperta allo scambio col pubblico, trae spunto dai volumi (pubblicati o di prossima pubblicazione) dei tre discussant dedicati rispettivamente a Malta, alle mobilità mediterranee e alla colonizzazione settecentesca del regno di Sardegna.

27 maggio – ore 18h00 | isole

Anthony Santilli, Istituto storico italiano per l’età moderna e contemporanea / Università degli studi di Napoli «L’Orientale», Il progetto di riqualificazione dell’Ergastolo di Santo Stefano in Ventotene ed il rapporto con la popolazione locale.

Sabrina Puddu, Department of Architecture, University of Cambridge, Il territorio carcerario dell’Asinara: dove vacilla l’equazione isola e prigione. Oppure no?

Ambra Zambernardi, Università di Torino e Università del Piemonte Orientale, Le tonnare delle isole minori in Mediterraneo: sulle tracce di una mappatura

Modera e commenta Valentina Favarò, Università di Palermo

Comitato scientifico

Darío Barriera (Université nationale de Rosario, Argentine), Elisabetta Borromeo (CNRS / UMR 8032 CETOBaC), Guillaume Calafat (Université Paris I Panthéon-SorbonneC), Maria Couroucli (CNRS/UMR 8177 IIAC), Tarik Dahou (IRD / UMR 208 Paloc), Maria Lucia De Nicoló (Università degli Studi di Bologna), Daniel Faget (Aix-Marseille Université / UMR 7303 Telemme), Tarik Ghodbani (Université d’Oran 2 Mohamed Ben Ahmed / EGEAT), François Godicheau (Université Toulouse-Jean Jaurès / UMR 5136 Framespa), Xavier Huetz de Lemps (Université Côte d’Azur), Dušan Mlacović (Université de Ljubljana, Slovénie), Giacomo Parrinello (Sciences Po Paris), Natividad Planas (Université Clermont-Auvergne), Grégory Quenet (Université de Versailles Saint-Quentin-en-Yvelines)



Citer ce billet
Hugo Vermeren (2023, 10 avril). Journées d’études “Little Islands, Diasporas and Maritime practices (18th-20th centuries)”, Carloforte, 26-27 mai 2023. Gouverner les îles. Consulté le 25 mai 2024, à l’adresse https://doi.org/10.58079/p3wr

Vous aimerez aussi...

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *

Ce site utilise Akismet pour réduire les indésirables. En savoir plus sur comment les données de vos commentaires sont utilisées.

Rechercher dans OpenEdition Search

Vous allez être redirigé vers OpenEdition Search